Lo Statuto

STATUTO

Art. 1 denominazione

è costituita una associazione denominata “ASSOCIAZIONE TWIMT ISTITUTO DI CRESCITA EVOLUTIVA”.

Art. 2 sede

La sede sociale è sita in Trieste (TS) Via A. Rapicio, 3 e può essere variata all’interno del Territorio Libero di Trieste con delibera del Consiglio Direttivo. Per il raggiungimento dello scopo sociale, può istituire sedi locali, nel rispetto delle finalità associative con competenze in ogni parte del mondo, previa delibera del Direttivo.

Art.3 durata

l’Associazione ha durata illimitata.

Art 4 Finalità e attività

l’Associazione non ha fini di lucro e svolge attività di promozione e utilità sociale. Si propone di valutare sperimentare ogni espressione della coscienza umana nella più ampia libertà di pensiero indipendentemente da qualsiasi credo religioso, politico, filosofico, ideologico, razziale e culturale.
Si propone tramite eventi, ritrovi di discussione, riunioni, meeting di indagare il potenziale umano della singola persona e dei gruppi, sostenendo gli individui nelle diverse fasi di studio e ricerca delle proprie coscienze. Le forme di manifestazioni che verranno organizzate e promosse avranno il fine di potenziare la singola coscienza interiore dell’associato per potenziare successivamente l’unione con gli altri individui in qualunque forma di pensiero. L’Associazione inoltre si prefigge tramite gruppi di lavoro di far maturare e diffondere uno spirito di pace e di altruismo fra gli associati, rispettando la tempistica, le convinzioni e la libertà di ogni forma di pensiero di ogni singolo individuo.
L’Associazione fornisce gli strumenti all’associato di intraprendere il percorso personale interiore al fine di comprendere profondamente la propria interiorità, per sviluppare al meglio il proprio potenziale, per il miglioramento della vita, per comprendere l’inscindibile unione con ogni persona ed essere vivente e non presenti su questa terra e in altre dimensioni spazio temporali per creare armonia con l’ambiente e con i propri simili.
Favorisce inoltre la ricerca lo studio e la comprensione della natura dell’essere umano in tutti i suoi livelli e in tutte le sue diversità e sfaccettature tramite la comunicazione e l’integrazione fra gli individui.
Tutti i modi e le attività utilizzati per tali evoluzione non sfoceranno in “terapie” nel senso stretto del termine o proporranno guarigioni pur svolgendo ricerche di qualsiasi forma di approfondimento dell’essere, incluse le metodiche che secondo la loro definizione dichiarano di occuparsi di terapia e guarigione, al fine di proporre il massimo di esperienze possibile.
l’Associazione andrà a sviluppare e trattare:
–    area fisica, economica e finanziaria, emozionale, mentale, trans personale e spirituale;
–    l’area relativa all’intelligenza sui diversi piani di attività e alla capacità di espressione dei talenti e dei potenziali individuali;
–    gli aspetti relativi alla preghiera, alla meditazione e al contatto profondo con se stessi e con la percezione del sovrumano qualsiasi sia il modello culturale di riferimento;
–    gli aspetti relativi alla comprensione della personalità, delle dinamiche che la determinano e dei riflessi che essa ha nella qualità della vita individuale e sociale, incluse le esperienze maturate a livello prenatale e del momento di nascita biologica;
–    gli aspetti relativi alla comprensione della realtà e delle dinamiche che la determinano;
–    qualsiasi scienza e teoria applicabile ad una maggiore comprensione della vita, incluse le teorie offerte dalla fisica quantistica, dalla epigeneteca, dalle neuroscienze, dalla neuroteologia, dalla concezione olografica della realtà;
–    la possibilità di concepire la vita in altri mondi e altre dimensioni;
–    l’energia in ogni sua rappresentazione.
Al fine di raggiungere i propri scopi l’Associazione potrà:
–    svolgere attività ricreative, associative, di ricerca, culturali, di studio, meditative, di formazione, di contemplazione, di progettazione, di analisi, di ricreazione, di istruzione, di pubblicazione di materiale come volantini riviste, e registrazione di materiale audiovisivo al fine dimostrativo tramite convegni, riunioni, congressi, dibattiti, laboratori, ricerche, studi, analisi, manifestazioni, proiezioni di film e documentari, supporto di startup ed aziende economiche e finanziaria.

Art. 5 soci e organi dell’Associazione

Tutti gli organi amministrativi dell’associazione sono eleggibili liberamente.
E’ riservato il diritto di voto in assemblea a tutti i soci. Ad ogni socio spetta un singolo voto;
Possono essere soci dell’associazione persone fisiche od enti di qualsiasi natura che svolgono attività  analoga, connessa od utile agli scopi dell’associazione.
Ogni socio per essere ammesso deve presentare domanda scritta di ammissione che comporta l’adesione di ogni associato ai principi e agli scopi espressi nello statuto, nonché l’osservanza di tutte le norme e regolamenti da questo previsti.
Sulla ammissione a soci il Consiglio Direttivo delibera discrezionalmente con maggioranza dei
componenti. Le decisioni del consiglio direttivo sono inappellabili e non necessitano di motivazione.
Per l’ammissione a socio il richiedente deve inoltre versare la quota sociale annuale, che nel caso in cui avvenga oltre il primo trimestre dell’anno associativo sarà ridotta dei dodicesimi di mensilità trascorse. L’associato riceverà una tessera di riconoscimento che scade il 31 dicembre di ogni anno. Per rinnovare la propria partecipazione  l’associato deve esprimere la propria volontà per iscritto e versare la quota sociale annuale entro il termine del 30 gennaio.
Il trattamento dei dati personali acquisiti all’atto dell’iscrizione presso l’associazione e nel corso del rapporto con l’associazione sono esclusivamente legati alla buona gestione del vincolo associativo e non possono essere comunicati o diffusi a terzi, fatta espressa accettazione da parte dell’interessato.
Tutti i soci hanno il diritto all’informazione e alla presa in visione dei documenti, delibere, bilanci, rendiconto e registri dell’Associazione. Ogni socio deve conoscere ed osservare lo statuto ed il regolamento interno (se presente), pena l’esclusione dall’Associazione. I soci possono recedere dall’Associazione tramite comunicazione scritta da presentare al Consiglio Direttivo.
Sono organi dell’associazione:
– l’assemblea dei soci
– il consiglio direttivo
– il presidente dell’associazione
– il segretario dell’associazione
L’assemblea è composta da tutti i soci. Si riuniscono sotto la figura del presidente dell’associazione, il quale la convoca ordinariamente una volta all’anno per l’approvazione del bilancio preventivo, del rendiconto economico e finanziario consuntivo e del rendiconto patrimoniale. Può essere convocata straordinariamente dal presidente e proposta dal consiglio direttivo o se ne è fatta richiesta motivata da almeno un decimo dei soci.
Le assemblee sono validamente costituite quando è presente la maggioranza dei soci con diritto di voto e deliberano con la maggioranza dei soci votanti .presenti. La convocazione deve essere comunicata ai soci almeno dieci giorni prima mediante avviso nel sito web dell’associazione, l’affissione nella bacheca della sede sociale, specificando data, ora, sede della riunione e ordine del giorno in discussione.
L’assemblea può essere ordinaria o straordinaria. E’ straordinaria quella convocata per la modifica dello statuto e lo scioglimento dell’associazione. E’ ordinaria in tutti gli altri casi.
Spetta all’assemblea:
– eleggere il presidente;
– eleggere i membri del Consiglio Direttivo;
– approvare il bilancio preventivo, il bilancio economico e finanziario consuntivo ed il rendiconto patrimoniale;
– approvare l’eventuale regolamento interno;
– fissare l’ammontare della quota associativa;
Le discussioni e le deliberazioni dell’assemblea sono riassunte in un verbale redatto dal Segretario o se assemblea un componente dell’assemblea appositamente nominato dal Presidente. Ogni socio ha diritto di consultare il verbale e trarne copia.
ll Consiglio Direttivo è composto da tre a nove membri eletti dall’assemblea tra i propri componenti.
Compiti del Consiglio Direttivo:
– amministrare l’Associazione;
– eleggere il Segretario;
– compiere tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione non spettanti all’Assemblea;
– presentare all’assemblea il bilancio preventivo, il bilancio economico e finanziario consuntivo ed il rendiconto patrimoniale;
– esaminare le proposte di ammissione di nuovi soci e decidere su di esse;
– decidere l’eventuale radiazione di soci indegni.
La convocazione del Consiglio Direttivo è decisa dal Presidente o richiesta da almeno un terzo dei membri del Consiglio Direttivo stesso. Le riunioni del Consiglio Direttivo hanno validità quando è presente la maggioranza dei suoi componenti. Le delibere hanno validità se assunte con il voto della maggioranza assoluta dei presenti; Il Consiglio Direttivo rimane in carica fino a revoca.
Compiti del Segretario:
– redigere i verbali delle riunioni;
– conservare i libri sociali e contabili;
– aprire e chiudere in autonomia i conti correnti attivi con gli istituti bancari e pertanto gestire le relative operazioni di accredito e addebito richieste dallo svolgimento delle attività correnti;
– provvedere ai pagamenti delle spese straordinarie approvate nel bilancio preventivo o deliberate dal Consiglio Direttivo;
– provvedere alla riscossione delle quote sociali;
– compiere le mansioni delegate dal Consiglio Direttivo;
– compiere le mansioni delegate dal Presidente.
Il Segretario è soggetto a vigilanza del Consiglio Direttivo.
ll Segretario resta in carica per la durata del Consiglio Direttivo.

Compiti e poteri del Presidente:
– rappresentanza legale dell’Associazione di fronte a terzi ed in giudizio, davanti a tutte le autorità
amministrative e giudiziarie;
– ha l’uso della firma sociale; presiede il Consiglio Direttivo durante convocazioni ordinarie e straordinarie;
– presiede l’Assemblea durante convocazioni ordinarie e straordinarie;
– in caso di parità di voti nelle assemblee può decidere l’esito del voto;
– resta in carica per la durata del Consiglio Direttivo ed è rieleggibile.
Gli incarichi di Presidente, Consiglio Direttivo e Segretario non potranno in alcun modo essere retribuiti, ma daranno diritto al solo rimborso delle spese sostenute per l’attività prestata.

Art. 6 risorse economiche dell’Associazione,

L’Associazione per il funzionamento ed il raggiungimento dei propri scopi si avvale del contributo volontario dei soci, delle quote associative di questi, da donazioni e lasciti, da donazioni di privati, da ogni altro tipo di entrata ammessa ai sensi della legge 383/2000. (attualmente legge Italiana)

Art. 7 scioglimento dell’Associazione

Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’assemblea, così come la nomina di uno o più liquidatori e la devoluzione dell’eventuale patrimonio sociale.
E’ fatto divieto di distribuire utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione.
E’ fatto obbligo di devolvere il patrimonio in caso di scioglimento ad altre associazioni analoghe o ai fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui al1’articolo 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge (attualmente legge Italiana).
Le quote o contributi associativi sono intrasmissibili ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte e non sono rivalutabili.

Art. 8 rendiconto economico e finanziario,

Entro il 30 aprile di ogni anno deve essere redatto e approvato il rendiconto economico finanziario secondo le disposizioni del presente statuto.

Art. 9 disposizioni finali

Il Foro competente è quello della sede sociale.
Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto si applicano le disposizioni previste dal Codice Civile e dalle leggi vigenti in materia nella Amministrazione del Governo Italiano per il Territorio Libero di Trieste.

Il presente Statuto è sottoposto alla giurisdizione del Territorio Libero di Trieste. (amministrazione civile provvisoria del Governo Italiano in attesa del codice giuridico del TLT, si fa fede al codice giuridico Italiano aderente al Trattato di Pace di Parigi del 1947 e coordinato dal buon senso umano)